La guida di Street art a Madrid che non devi dimenticare

Arte urbano a Madrid

Benché questo sia il mio piccolo altoparlante su Madrid, in realtá non vorrei che fosse solo mio: al di là di parlare di altri protagonisti della città, e non scarto fare delle interviste nel futuro, voglio anche lasciare questa tribuna ad altre persone che hanno qualcosa interesante da dire. E il primo guestpost è una guida di Street art che ci invia Javier, risponsabile di Cooltourspain, un sito che organizza Street art tours a Madrid da mercoledì a domenica, alle 11.00 della mattina. Grazie Javier per scrivere queste linee e in bocca al lupo!

Come soprovvivere senza una guida di Street art nella tua avventura turistica a Madrid?

La prima volta che ho iniziato nel mondo del turismo nel ano 2007, la cultura del graffiti non era così popolare come adesso e non c’era nemmeno una guida di Street art. Oggi, centinaia di città sono coinvolte nel turismo sostenibile: proggetti che trasformano le nature urbane in musei a cielo aperto.

Per quello e senza dimenticare i miei origini vi introduco una collezione con cui potrete godere i migliri murali, paste-ups e luoghi legati all’arte contemporaneo a Madrid.

Nel centro de la città, ad esempio, troverete diversi scenari con opere di artisti come Por Favor, Ze Carrión o Dingo Perro Mudo. Questi sono alcuni posti che io, se fosse voi, visiterei di sicuro:

La Neomudejar, centro di arti di avanguardia

Mi piacerebbe iniziare questa guida di Street art con un suggerimento personale, che tanti madrileni non conoscono nemmeno. È una reliquia che si trova a 5 minuti dalla stazione di Atocha Renfe, fuori dal circuito tradizionale, dove c’è un gioiello.

Parlo di La Neomudejar, un’antica officina di riparazione della ferrovia dove si sviluppò alla fine del secolo XIX la storia della MZA, la prima linea della ferrovia spagnola, che collegò le città di Madrid, Zaragoza e Alicante.

Street art in Madrid city
Gerbos art. La Neomudejar, vicino Atocha

Ho scelto questo luogo per le mostre temporanee che fanno quà e per gli artisti legati al visual art e il Street art. Le ultime instalazioni che ho visto quà sono state quelle di Carmen Ragò, Mauro Valenti, Julia Juániz, Óscar Valero e Isabel Pérez de Zúñiga. Per quello que riguarda l’arte urbano, c’è Jimena Aragonés, Emilio Cerezo, Rubicon1 o Por Favor.

Street art in La Tabacalera di Lavapiés

Quando abbiamo finito la visita di 40 minuti per il museo di arte moderna (e non commerciale) della città chiamato La Neomudejar, ci avviamo verso Atocha. Non andremmo a La Tabacalera attraverso la via più veloce, ma verso la Calle Argumosa e la Calle Miguel Servet. Nel nostro percorso possiamo vedere alcune opere di CALLE Lavapiés, un festival che puoi anche scoprire senza una guida di Street art.

Urban art
Okudart, in calle Embajadores

Pian piano ci avviciniamo alla Piazza di Embajadores, possiamo osservare le pareti di questo edificio di 36.000 metri quadri. 24 artisti scleti dal gruppo madrileno MSAP hanno decorato l’esterno di questa strattura nel anno 2016. Alice Pasquini, Digo Di3go, Nuria Toll e Okudart sonos tati alcuni degli artisti nazionali ed internazionali che hanno partecipato.

Comunque, non so se ce la fate in tempo! È previsto che cambierano di nuovo la decorazione in questo mese di giugno. Se volete fare una passeggiata di quà pieno di storia, dovete sapere che questo è stato un centro di lavoro per più di 2.000 donne che erano dipendenti di questa ditta dove si tagliava, macinare e legare il tabbaco, poiché era un’antica fabbrica. Oggi, la parte interna di La Tabacalera si usa come spazio autogestito dove imparare a riparare la tua bici, creare un long board o fare una stazione di radio.

Verso  ‘El Campo de cebada’

Per arrivare a questo luogo dobbiamo salire la Calle Embajadores fino alla Plaza de Cascorro e continuare fino a La Latina. Possiamo pure deviarci per visitare il ‘solar reina’, che si trova nella Calle Valencia e dove non devi neanche contrattare una guida di arte urbano per vedere Curruncho, Mufasa o Rbn_Knst.

Nel numero 33 di Calle Embajadores possiamo vedere un’opera fatta da Okudart, uno degli artisti spagnoli più rinomati al mondo. Di fronte di quest’opera piena di simbolismo geometrico e colore, troviamo la banca intervenuta ‘La Canica’. È un centro autogestito dove la gente fa scambi di servizi, cioè: “se mi aiuti con questo, io ti aiuto con quest’altro che io so fare“.

I madrileni, stanchi di così tanta vergogna finanziaria e politica, hanno scritto lo slogan ‘Quien roba a un ladrón…‘ (… tiene cien años de perdón). Cioè, il proverbio spagnolo: “Chi rubba a un ladro ha cent’anni di perdon”. È un piacere trovare un sito con questo spirito comunitario e colletivo come questo! Lassù vediamo nel numero 19 un’intera facciata disegnata da El Rey de la Ruina. Vedremo una rappresentazione di più di 400 metri quadri dove si alza una donna sopra la società. Toni Arribas ha incluso la frase della politica, filosofa e scrittrice Rosa Luxemburgo: “Socialmente iguales, totalmente libres y humanamente diferentes” (“Socialmente uguali, assolutamente libere e umanamente diverse”). Lì risaltano i valori dell’amicizia, lo sforzo e il lavoro attraverso un cuore, e la rottura con la società patriarcale grazie a la spada fratturata.

Guía de arte urbano en Madrid
Street art Madrid. El Rey de la Ruina e Toni Arribas

Quando arriviamo a Plaza de La Latina, dopo quella di Cascorro, troviamo El Campo de la Cebada, uno spazio di 16.000 metri quadri di gestione e uso pubblico. Javier, che fa parte della organizazione ci raccontò attraverso una mail come hanno creato questo luogo dove non c’è bisogno di essere accompagnato da una guida privata. Era uno spazio deportivo municipale demolito. Dopo speculare con la possibilità di costruire un centro comerciale, oggi è un posto dove organizzano diverse attività come orti urbano, sport, mercati di artigianato e opere di Street art.

Qui hanno partecipato artisti come Joan Aguilò, L’Atlas o Ampparito. Visitatelo poichè è previsto che il comune di Madrid inizi la ricostruzione della zona e fra poco diventerà un centro sportivo, un servizio che mancava quà da tanto tempo. Finalmente!

Se ancora hai voglia di conoscere più e meglio, contatta Cooltourspain, esperti nel graffiti madrileno per partecipare nei suoi Street art tours a Madrid, da mercoledì alla domenica, alle 11.00 ore.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *