Treno Madrid Toledo: dove acquistare online

treno madrid toledo

Tra le domande che mi fanno più spesso, queste sono alcune: qual’è il treno Madrid Toledo, dove si prende e come si acquistano i biglietti. E per quello scrivo questo post, dove spiego brevemente le migliori soluzioni. Inoltre, alla fine dell’articolo troverai pure un’alternativa da considerare: l’autobus.

Treno Madrid Toledo: quello che devi sapere

Il treno Madrid Toledo è un servizio ad alta velocità con una decina di partenze al giorno, da Atocha. Il traggitto dura 35 minuti circa. Hai due opzioni per acquistare online:

  • Sul sito web ufficiale di Renfe, la ditta statale che fornisce questo servizio ferroviario. Si dovrebbe trovare facilmente su Google, ma quando cerci treno Madrid Toledo i risultati non sono mica molto chiari: arrivi di solito a questa pagina, non tradotta al italiano (solo inglese, francese e le lingue ufficiali della Spagna) e dove il link di acquisto è un po’ nascosto. E quando arrivi alla pagina di acquisto, il formulario ti offre tante stazioni. Devi compilare “Madrid (todas)” e “Toledo” (non “Oropesa de Toledo”) e poi le coordinate per l’andata e ritorno. Così, il prezzo totale è 22,20€ a/r (prezzi di luglio 2019)
  • Su altri siti web che forniscono i biglietti e magari servizi in più. Uno che ho conosciuto poco tempo fa è Civitatis. In questa pagina tradotta all’italiano si possono acquistare i biglietti insieme alla Toledo Card e altri eventuali biglietti. La cosa più utile è che, secondo scritto nella pagina, ci sarà l’apoggio di una persona in loco. È anche interessante il servizio di navetta che offrono, poiché la stazione di Toledo è un può fuori (10 minuti a piedi, circa). I prezzi più bassi sono quelli di 57€ andata e ritorno (30€ per i bambini da 5 a 11 anni)
  • Nelle biglietterie della stazione di Atocha. Direi che è la scelta più rischiosa, almeno se si fa in giornata. Mi è capitato di vedere come certi clienti non hanno trovato posto nei primi treni della mattina. Dunque, se si fa così, direi di andare alla biglietteria il giorno prima

Autobus, alternativa al treno

L’autobus può essere un’interessante alternativa al treno Madrid Toledo. Di sicuro, se siete un gruppo composto da una decina di persone e in più. In quel caso, come spiegavo in quest’altro post, vi conviene prenotare un bus privato. Ma se siete comunque una famiglia, una coppia o un gruppetto minore che vuole risparmiare un po’, l’autobus è sempre più economico. Parte dalla stazione di Plaza Elíptica (línea 6 e 11 della Metro) e il tragitto dura un’oretta circa (dipende se il servizio è Express oppure no). Le opzioni sono queste:

  • Con la ditta bus che offre questo servizio, Alsa, il prezzo del biglietto andata e ritorno viene un po’ più di 11€. Si può acquistare online oppure nella biglietteria della stazione
  • Con altre ditte bus, tramite Civitatis: in questa pagina il prezzo parte da 20€ (18€ per minorenni e pensionati), con un piccolo walking tour e si possono aggiungere servizi extra come il bracialetto turistico

E se volete una visita guidata nella città, mi permetto di farmi un po’ di pubblicità: al di là di offrire i miei servizi nella regione di Madrid, faccio pure escursioni a Toledo. In questa pagina può conoscere più dettagli. Sia come sia la tua scelta di trasporto e di visita, buon viaggio a questa bella città Patrimonio dell’Unesco!

photo credit: M.Peinado 013754 – Toledo via photopin (license)

Frasi negli incroci semaforici a Madrid: così è la mia

frasi incroci semaforici madrid

“Madrid, Km 0 de mis pasos” (Madrid, Km 0 dei miei passi). È una delle frasi negli incroci semaforici a Madrid, delle 1.100 circa che hanno stampato a Madrid col progetto Versos al Paso, del Comune e del gruppo Boa Mistura. Si trova tra le vie Teniente Muñoz Díaz e Arroyo del Olivar, nel quartiere di Vallecas. Ed è mia. So che non è una frase che ti fa piangere di emozione né scatenará una riflessione interna profonda. Ma per me è piena di significato, per tanti motivi. Nelle linee successive te lo spiego.

Una location (quasi) sognata

Devo dire che io misi insieme le lettere di Madrid, Km 0 de mis pasos pensando al simbólico Chilometro Zero della Puerta del Sol. Già rimanevo contento solo con il fatto di vedere scelta la mia frase. Ma mi sarebbe piaciuto tanto essere lì, vicino la famosa mattonella, e passare sopra questo verso dopo la spiegazione che di solito faccio nel centro della piazza, su Carlo III, la pubblicità di Tio Pepe e l’orologio della Real Casa de Correos. E mi sarebbe piaciuto non per vanità, ma perché è lì dove si capisce il senso della frase al 100%, come vedremo.

Alla fine, il luogo scelto non è stato questo valutato pezzo di terra della capitale, ma un altro meno turistico, al cui non arrivano le mie visite turistiche a Madrid, né penso che arrivino mai. Ma la frase riposa in un piccolo angolo della città al cui sono molto affezionato e mi porta bellissimi ricordi.

Come puoi vedere in questa mappa di Versos al Paso, il sito web dove si possono controllare tutte le frasi degli incroci semaforici di Madrid, quella mia si trova vicino lo stadio del Rayo Vallecano, la terza squadra di Madrid, la seconda per tanti madrileni, me incluso, ma la prima per tanti cittadini di tutta la vita del quartiere di Vallecas. Sono andato lì diverse volte a vedere partite con mio padre, i miei fratelli o i miei amici, sia in Serie A che in Serie B. Inoltre, gli stadi di calcio mi sono sempre piaciuti molto, fatto che mi fece scrivere un reportage su la storia degli stadi madrileni, per la rivista Madrid Histórico, nel anno 2008.

Ma quello non è tutto poiché l’angolo più vicino alla frase è piena di simbolismo per me: quello è l’ingresso che attraversano i podisti della corsa San Vilvestre Vallencana (edizione Internazionale) per infilare gli ultimi metri della gara, che si svolgono nell’erba. E nel anno 2003 anch’io attraversai quell’ingresso poiché, seguendo un impolso di pazzia con il mio amico dell’università Miguel: dopo di finire la gara popolare, prendemmo la Metro fino alla linea di partenza e iniziammo di nuovo a correre la gara internazionale. Con le misure di sicurezza di oggi, sarebbe impossibile fare quello (ancora non avevamo avuto gli attentati di Atocha del 2004). Ma in quel momento era possibile, dunque indossai la maglia del Rayo Vallecano di allora e iniziai a correre di nuovo. Ancora oggi ricordo come la gente sgridava e tifava quando pasavo vicino loro con la maglietta della loro squadra. E non sapevo che 15 anni dopo e dei metri oltre, una delle frasi degli incroci semaforici di Madrid sarebbe stata messa lì sull’asfalto!

Adessa, quella pazzia è impensabile, ma continuo a ritornare lì vicino tutti gli anni con la gara popolare, la più speciale del calendario: per la sua data, 31 dicembre di sera, per il suo ambiente festivo e, certo, per il suo percorso: unisce i due ‘miei’ stadi di Madrid, poiché parte dal Santiago Bernabéu! Infatti, mi piace chiamarlo ‘il mio piccolo Camino di Santiago’ perché è più che una gara ed è un cammino di pellegrinaggio che finisce nel Km 10 della corsa ma si collega subito con il Km 0 del nuovo anno. Ecco perché nel 2018 sono passato di nuovo, con la stessa maglietta per fotografare quel momento.

incrocio semaforico a madrid con frase
Incrocio semaforico di Madrid dove si trova la mia frase. Nello sfondo, lo stadio del Rayo Vallecano

Cosa vuol dire questa frase

So che le poesie e i versi non si devono mai spiegare, poiché tolgono parte della magia. Ma dare questo senso letterario a quel umile Madrid, Km 0 de mis pasos, è sinceramente troppo. Lasciamolo semplicemente come una delle 1.100 frasi degli incroci semaforici di Madrid.

Come forse sai, specie se hai già fatto una visita guidata a Madrid, il Chilometro Zero è uno degli simboli principali della città. È, in certo modo, il centro del paese. Anche se il centro perfetto si troverebbe tra Getafe e Pinto, queste due città non si trovano lontano da quà. Ma comunque, nessuno può negare che questo è il centro sociale ed emotivo della Spagna: le Campanadas di Capodanno sono un buon esempio, ma ce ne sono tanti altri.

Inoltre, questa mattonella non è solo il centro della Spagna, ma anche il punto geografico di riferimento che, ufficialmente dal 1856, si usa per misurare le distanze del paese, continuando la tradizione che inizió Filippo V in 1720 con le strade di postas. Cioè, è anche un ‘origine’, poiché tutti i tragitti hanno per forza un punto di partenza e un altro di arrivo.

mattonella km 0

Questo succede spesso con le mie visite guidate a Madrid: se il cliente mi da la libertà di scegliere il percorso, preferisco iniziare qui, in Puerta del Sol. In modo incoscente, organizzo le mie visita all’est (Madrid Asburgica) o all’ovest della Puerta del Sol (Madrid Borbonica).

Ma in un modo più generale, Madrid è per me l’origine di tutto. È la città dove sono nato nel 1984, dove ho vissuto degli anni e dove vengo a lavorare tutte le settimane. È anche la base da dove cerco di scoprire un po’ di mondo, poiché soltanto si può capire bene come sono gli altri paesi, le altre città e gli altri cittadini quando conosci bene il tuo luogo d’origine. Dunque, è il balcone dal quale guardo le cose e la linea di partenza dove è partito questo affascinante viaggio: la vita, la cui sai bene quando comincia ma mai quando finisce.

Un piccolo omaggio al viaggio negli incroci semaforici di Madrid

Madrid è anche l’origine dei miei viaggi: la città e la regione dalla quale parto, fisica ed emozionalmente, eppure il luogo dove sempre ritorno. Dunque, una linea di meta che, senza renderci conto, attraversiamo ancora e ancora con lo zaino ogni volta più pieno di esperienze.

L’amore e l’onore sono teme abituali nella letteratura. Ma a me sono sempre piaciuti i libri di viaggi. Forse per quello, il mio favorito è Viaggio alla Alcarria, nel cui il Nobel spagnolo Camilo José Cela percorre la terra della Castiglia-La Mancha della mia famiglia paterna. Forse anche per quello, la mia casa si trova in una strada che echeggia viaggi: Camino del Paseo. E certo, ecco perché ho scelto questo mestiere, dove incontri gente che gira il mondo: guida turistica a Madrid.

Dunque, se parliamo di viaggi, strade e percorsi, Madrid sarà sempre il chilometro zero dei miei passi, come dice una delle frasi negli incroci semaforici a Madrid.

Taxi Aeroporto Madrid: l’ozione privata funziona

taxi aeroporto madrid

Nelle grosse città spagnole, e anche nella capitale, il servizio taxi sta cambiando. Il tradizionale mezzo pubblico non è più l’unica opzione disponibile per gli utenti, poiché ormai ci sono imprese come Taxileader che offrono un servizio di transfer all’aeroporto di Madrid oppure qualsiasi altro tragitto in città. Dunque, nelle prossime linee ti spiego velocemente cos’è questa ultima opzione, conosciuta quà come VTC, quello che in Italia è NCC (Noleggio Con Conducente).

Il taxi privato, un’opzione molto comoda

Il servizio VTC si riconosce perché i veicoli sono di solito scuri e portano un piccolo adesivo con la bandiera madrilena (rossa con 7 stelle) nella finestra posteriore. Nelle ultime settimane è diventato famoso perché sta facendo la concorrenza al taxi pubblico, ma in realtà è una soluzione che esiste già da tanti anni fa. Quello che è successo ultimamente è che, grazie alle nuove tecnologie, il modo di contrattare il servizio si è velocizzato molto, dando risposta subita ad ogni richiesta: basta con compilare un form online, definire i dettagli del contratto (prezzo, luogo d’incontro, ecc.) e via.

E questo è ciò che fa Taxileader, una compagnia VTC che funziona pure in tante altre città e paesi. Dal loro form si deve scegliere il luogo d’origine, il luogo di arrivo, l’orario e il numero di passeggeri. Con quei dati si mostrerà una proposta di prezzo che, una volta è accettata, permette di essere pagata online. Molto semplice. E 100% legale, certo.

La principale differenza con il taxi pubblico è che gli automobili di noleggio con conducente non possono raccogliere passeggeri per strada se non hanno contrattato il servizio anticipatamente. L’altra importante differenza è che gli VTC non possono usare le fermate di taxi pubblici.

Vi racconto questo perché è collegato con il servizio di transfer nell’aeroporto di Madrid: la carica e la scarica di passeggeri deve farsi in un luogo diverso alle fermate, e normalmente si fa nei parcheggi privati della terminal. Quindi, se usi questi servizi, ti consiglio di rendere chiaro questo punto dall’inizio.

Vantaggi e svantaggi di un tragitto con VTC

Come succede con tutto, questo servizio di taxi privato ha i suoi vantaggi e svantaggi. Tra i vantaggi, ci sono questi:

  • I veicoli sono di alta qualità, normalmente Mercedes
  • Il cliente non soffre ritardi né attese all’arrivo. È vero che nell’aeroporto di Madrid ce ne sono tanti taxi, ma ci sono pure tanti utenti, e quindi a volte si creano code da attendere per prenderne uno
  • Il cliente non soffre ritardi né attese quando parte verso l’aeroporto di Madrid, cioè. I classici servizi di ‘radiotaxi’ non possono garantire la disponibilità di un veicolo (o più d’uno) un paio di giorni dopo. E prendere uno per strada a volte ci vuole tempo, specie in certe ore o zone della città
  • Conoscere il prezzo in anticipo permette di organizzare meglio il budget della giornata. Invece, con il taxi pubblico c’è sempre il dubbio di quanto costerà la corsa poiché è impossibile sapere il prezzo preciso in anticipo  (con l’eccezione dell’aeroporto)
  • Prezzi molto contenuti, specie nelle corse urbane

Como svantaggi si può parlare di un piccolo aumento di prezzo nei tragitti dell’aeroporto (soltanto di qualche euro), forse perché è impossibile parcheggiare nelle fermate dei taxi pubblici, come dicevo prima.

photo credit: cgerull Go via photopin (license)

Opinioni dei turisti a Madrid: ecco i risultati del mio sondaggio!

Come forse sai, se hai già fatto una visita turistica a Madrid con me, mi piacciono i sondaggi. Penso che siano interessanti per sapere cosa pensa la gente. Nei miei percorsi parlo dei sondaggi riguardanti alla Famiglia Reale, ai problemi che i madrileni pensano siano i più importanti… E dunque, volevo avere anche un mio sondaggio per conoscere le opinioni dei turisti a Madrid. Anzi: di voi, che per me non siete più turisti ma madrileni per una volta, poiché noi spesso diciamo che i madrileni non sono solo quelli che nascono quà, ma quelli che ci vivono pure.

Questo non è uno studio di scienze sociali, non ho seguito una metodologia precisa. Semplicemente, vi ho chiesto e voi mi avete risposto. E il risultato è stato molto positivo. È vero che tanti di voi mi hanno detto che non era giusto scegliere solo una opzione, sarebbe stato meglio una risposta multipla. Ma per motivi statistici, era più facile gestire le risposte così. Allora, questo è un po’ quello che ho trovato dopo ricevere 115 questionari compilati. Molto interessante!

Madrid, una lacuna da colmare…

Come vedete, le riposte più usate alla domanda Perché avete scelto Madrid per il vostro viaggio? sono quelle riguardanti ai monumenti e ai musei. Ma direi che poi, nelle precisazioni e anche quando chiedo direttamente opinioni dei turisti a Madrid, un argomento abituale è questo: “è una delle poche capitali europee che non conoscevo”. Oppure: “è una delle città spagnole che mi mancava”… E alcuni: “eravamo di passaggio”…

Opinioni turisti a Madrid

Recensioni turisti a Madrid

… eppure una bella sorpresa

La risposta vincitrice nella seconda domanda è forse una conseguenza di quello che dicevo sopra. Più della metà sono rimasti sorpresi della belleza di Madrid! Infatti, questo fattore sorpresa penso che sia un vantaggio per la città. Ma dobbiamo essere attenti per evitare che succeda il contrario nel futuro, come spiegherò con la risposta 4: forse, le aspettative saranno molto più alte nei prossimi anni.

sondaggio turisti a Madrid sondaggio italiani madrid

I musei, gioielli per il turismo di Madrid

In questa risposta si conferma una mia idea sul turismo di Madrid: noi non siamo la città più bella dell’Europa (non siamo neanche una città brutta!), ma culturalmente penso che ci troviamo nel primo livello europeo e forse anche mondiale. Il Museo del Prado è veramente una concentrazione di capolavori, come dicono sempre gli utenti di TripAdvisor. Il Museo Reina Sofía, invece, è il più visitato della Spagna e solo la Guernica già merita la visita. Il Palazzo Reale di Madrid è un’opera d’arte in sé stesso, ma con altre tante opere d’arte all’interno. Il Museo Thyssen Bornemisza è una classe di Storia dell’Arte con maestri di maestri… Non voglio fare il madrileno arrogante, ma direi che ci sediamo allo stesso tavolo delle grandi città d’arte.

recensioni turismo madrid recensioni viaggiatori madrid

Una città da consigliare

Dopo vedere questa proporzione di risposte, direi che la città può essere contenta: quando rientrano, le opinioni dei turisti di Madrid sono positive. Il 92,1% è tanto! Invece, nessuno ha detto che sia brutta (grazie!) e solo un 7,9% sono poco entusiasti a consigliare un viaggio quà.

consigli viaggio madrid

Ma come dicevo prima, bisogna essere attenti. Questo, in parte, è dovuto all’effetto sorpresa. Ma fra poco, le aspettative e le esigenze saranno alte. E dunque, bisognerà ancora migliorare le attrazioni di Madrid. Secondo me, lo faremo. Soprattutto con il nuovo Museo delle Collezioni Reali, affianco al Palazzo Reale e la cattedrale, che ci regalerà uno dei tramonti più belli, con il bosco della Casa de Campo e le montagne madrilene sullo sfondo. I progetti di far diventare isola pedonale la Plaza de España o l’ingrandimento del Museo del Prado da Norman Foster sono progetti che lascieranno una città più passeggiabile. Magari, dopo 5 anni e questi cambi, quel 7,9% sarà ancora minore!

opinioni viaggi madrid

La Spagna, come l’Italia, è tutta bella

Questa risposta, in realtà, ci fa capire che ci sono tanti posti belli in Spagna. Le tre risposte più usate sono, secondo me, le tre città principali della Spagna, anche perché mostrano tre stili proprio diversi: Barcelona, esempio del Mare Mediterraneo, cosmopolita, moderna, liberty… Siviglia, esotica, arabeggiante, calida… E Madrid, Villa y Corte, cioè, capitale ma allo stesso tempo un paesone castigliano. Mi manca un po’ di nord nelle risposte, forse perché viene visitato meno, ma le sue città e regioni verdi valgono pure la pena: Santiago, San Sebastian, le Asturie…

citta opinioni turismo spagna

Alcune belle opinioni dei turisti a Madrid

E per finire, volevo individuare qualche belle frasi ricevute da voi, che mi fanno vedere che questo mestiere vale veramente la pena.

Grazie della vostra collaborazione e a presto!

Madrid mi è sembrata ancora una città a dimensione umana, molto vivibile, non una capitale di uno stato.

Ho visitato altre città spagnole, il mio lavoro di agente di viaggi mi porta a viaggiare. Devo dire tutte splendide, le più che mi hanno colpito Siviglia e Madrid. Arrivederci alla prossima.

Non mi hai chiesto dei madrileni: sono straordinari e simpatici, solari come noi italiani, d’altronde siamo o no latini?

Tutte le città della Spagna che ho visitato mi sono piaciute moltissimo, Barcellona, Cordoba, Siviglia, Granada e infine Madrid. Diverse tra loro ma belle tutte. La gente è bella, allegra, ed esprime grande gioia di vivere, in realtà è molto simile a quella italiana!

PS: se avete bisogno di un’altra visita turistica a Madrid, forse con luoghi diversi (El Escorial, Aranjuez, Chinchón…), eccomiquà!

La guida di Street art a Madrid che non devi dimenticare

Arte urbano a Madrid

Benché questo sia il mio piccolo altoparlante su Madrid, in realtá non vorrei che fosse solo mio: al di là di parlare di altri protagonisti della città, e non scarto fare delle interviste nel futuro, voglio anche lasciare questa tribuna ad altre persone che hanno qualcosa interesante da dire. E il primo guestpost è una guida di Street art che ci invia Javier, risponsabile di Cooltourspain, un sito che organizza Street art tours a Madrid da mercoledì a domenica, alle 11.00 della mattina. Grazie Javier per scrivere queste linee e in bocca al lupo!

Come soprovvivere senza una guida di Street art nella tua avventura turistica a Madrid?

La prima volta che ho iniziato nel mondo del turismo nel ano 2007, la cultura del graffiti non era così popolare come adesso e non c’era nemmeno una guida di Street art. Oggi, centinaia di città sono coinvolte nel turismo sostenibile: proggetti che trasformano le nature urbane in musei a cielo aperto.

Per quello e senza dimenticare i miei origini vi introduco una collezione con cui potrete godere i migliri murali, paste-ups e luoghi legati all’arte contemporaneo a Madrid.

Nel centro de la città, ad esempio, troverete diversi scenari con opere di artisti come Por Favor, Ze Carrión o Dingo Perro Mudo. Questi sono alcuni posti che io, se fosse voi, visiterei di sicuro:

La Neomudejar, centro di arti di avanguardia

Mi piacerebbe iniziare questa guida di Street art con un suggerimento personale, che tanti madrileni non conoscono nemmeno. È una reliquia che si trova a 5 minuti dalla stazione di Atocha Renfe, fuori dal circuito tradizionale, dove c’è un gioiello.

Parlo di La Neomudejar, un’antica officina di riparazione della ferrovia dove si sviluppò alla fine del secolo XIX la storia della MZA, la prima linea della ferrovia spagnola, che collegò le città di Madrid, Zaragoza e Alicante.

Street art in Madrid city
Gerbos art. La Neomudejar, vicino Atocha

Ho scelto questo luogo per le mostre temporanee che fanno quà e per gli artisti legati al visual art e il Street art. Le ultime instalazioni che ho visto quà sono state quelle di Carmen Ragò, Mauro Valenti, Julia Juániz, Óscar Valero e Isabel Pérez de Zúñiga. Per quello que riguarda l’arte urbano, c’è Jimena Aragonés, Emilio Cerezo, Rubicon1 o Por Favor.

Street art in La Tabacalera di Lavapiés

Quando abbiamo finito la visita di 40 minuti per il museo di arte moderna (e non commerciale) della città chiamato La Neomudejar, ci avviamo verso Atocha. Non andremmo a La Tabacalera attraverso la via più veloce, ma verso la Calle Argumosa e la Calle Miguel Servet. Nel nostro percorso possiamo vedere alcune opere di CALLE Lavapiés, un festival che puoi anche scoprire senza una guida di Street art.

Urban art
Okudart, in calle Embajadores

Pian piano ci avviciniamo alla Piazza di Embajadores, possiamo osservare le pareti di questo edificio di 36.000 metri quadri. 24 artisti scleti dal gruppo madrileno MSAP hanno decorato l’esterno di questa strattura nel anno 2016. Alice Pasquini, Digo Di3go, Nuria Toll e Okudart sonos tati alcuni degli artisti nazionali ed internazionali che hanno partecipato.

Comunque, non so se ce la fate in tempo! È previsto che cambierano di nuovo la decorazione in questo mese di giugno. Se volete fare una passeggiata di quà pieno di storia, dovete sapere che questo è stato un centro di lavoro per più di 2.000 donne che erano dipendenti di questa ditta dove si tagliava, macinare e legare il tabbaco, poiché era un’antica fabbrica. Oggi, la parte interna di La Tabacalera si usa come spazio autogestito dove imparare a riparare la tua bici, creare un long board o fare una stazione di radio.

Verso  ‘El Campo de cebada’

Per arrivare a questo luogo dobbiamo salire la Calle Embajadores fino alla Plaza de Cascorro e continuare fino a La Latina. Possiamo pure deviarci per visitare il ‘solar reina’, che si trova nella Calle Valencia e dove non devi neanche contrattare una guida di arte urbano per vedere Curruncho, Mufasa o Rbn_Knst.

Nel numero 33 di Calle Embajadores possiamo vedere un’opera fatta da Okudart, uno degli artisti spagnoli più rinomati al mondo. Di fronte di quest’opera piena di simbolismo geometrico e colore, troviamo la banca intervenuta ‘La Canica’. È un centro autogestito dove la gente fa scambi di servizi, cioè: “se mi aiuti con questo, io ti aiuto con quest’altro che io so fare“.

I madrileni, stanchi di così tanta vergogna finanziaria e politica, hanno scritto lo slogan ‘Quien roba a un ladrón…‘ (… tiene cien años de perdón). Cioè, il proverbio spagnolo: “Chi rubba a un ladro ha cent’anni di perdon”. È un piacere trovare un sito con questo spirito comunitario e colletivo come questo! Lassù vediamo nel numero 19 un’intera facciata disegnata da El Rey de la Ruina. Vedremo una rappresentazione di più di 400 metri quadri dove si alza una donna sopra la società. Toni Arribas ha incluso la frase della politica, filosofa e scrittrice Rosa Luxemburgo: “Socialmente iguales, totalmente libres y humanamente diferentes” (“Socialmente uguali, assolutamente libere e umanamente diverse”). Lì risaltano i valori dell’amicizia, lo sforzo e il lavoro attraverso un cuore, e la rottura con la società patriarcale grazie a la spada fratturata.

Guía de arte urbano en Madrid
Street art Madrid. El Rey de la Ruina e Toni Arribas

Quando arriviamo a Plaza de La Latina, dopo quella di Cascorro, troviamo El Campo de la Cebada, uno spazio di 16.000 metri quadri di gestione e uso pubblico. Javier, che fa parte della organizazione ci raccontò attraverso una mail come hanno creato questo luogo dove non c’è bisogno di essere accompagnato da una guida privata. Era uno spazio deportivo municipale demolito. Dopo speculare con la possibilità di costruire un centro comerciale, oggi è un posto dove organizzano diverse attività come orti urbano, sport, mercati di artigianato e opere di Street art.

Qui hanno partecipato artisti come Joan Aguilò, L’Atlas o Ampparito. Visitatelo poichè è previsto che il comune di Madrid inizi la ricostruzione della zona e fra poco diventerà un centro sportivo, un servizio che mancava quà da tanto tempo. Finalmente!

Se ancora hai voglia di conoscere più e meglio, contatta Cooltourspain, esperti nel graffiti madrileno per partecipare nei suoi Street art tours a Madrid, da mercoledì alla domenica, alle 11.00 ore.

Visitare Toledo da Madrid: treno o pullman? Ecco la soluzione

visitare toledo da madrid treno pullman

AGGIORNAMENTO LUGLIO 2019: al di là del sito ufficiale di Renfe, ho conosciuto questo sito web in italiano (Civitatis) per prenotare il biglietto Madrid Toledo in treno, con altri servizi o prodotti extra. Offrono pure l’alternativa in autobus in quest’altra pagina. In questo post del mio blog lo spiego in modo più approfondito.

È senza dubbio una delle domande che ricevo più spesso: “Vale la pena visitare Toledo da Madrid?”. E subito dopo: “Cosa ci conviene?”. Normalmente, la domanda me la fanno gruppi stranieri che vogliono approfittare la loro visita a Madrid per fare un salto alla capitale di Castilla-La Mancha. E le mie risposte sono sempre queste: “Sí, vale la pena. Certo!” e “Il mezzo di trasporto più conveniente dipende dal numero di persone”. In questo articolo ti racconto le opzioni che ce ne sono e perché consiglio certi mezzi di trasporto. Vediamolo.

Visitare Toledo da Madrid: che opzioni ci sono?

Ovviamente, si può andarci con la macchina, sia privata che noleggiata. Dalla Puerta del Sol avete 70 chilometri circa, quindi in un’oretta siete lì. Dunque, questa può essere una buona opzione per gruppi fino a 5 persone, sia per la durata del percorso sia per il risparmio di soldi. Comunque, non mi metterò a valutare questa possibilità, poiché questo articolo è dedicato a mezzi di trasporto di gruppi medi o grandi, oppure per quelli che non vogliono guidare in Spagna. Allora, ci sono due grandi opzioni di trasporto per visitare Toledo da Madrid: il treno e il pullman.

Treno verso Toledo: AVE dalla stazione di Atocha

Da qualche anno fa, funziona dalla stazione di Madrid Puerta de Atocha un treno verso Toledo ad alta velocità. E molto bene, al mio parere. Queste sono informazioni che troverai interessanti:

  • Durata del percorso: 35 minuti circa
  • Prezzo a persona (andata e ritorno): 21€ circa
  • Frequenza di partenze e ritorni: ogni mezz’ora presto in mattina, e ogni ora circa il resto della giornata
  • Più info: web ufficiale di Renfe
  • Modi di arrivare in stazione: linea 1 della Metro, fermata Atocha Renfe. Treni locali (Cercanías). Linee di autobus urbano: 47, 55, 19, 85, 10, 24, 57, 102 e Circular
  • Il mio consiglio: lo consiglio per coppie e famiglie piccole, che possano acquistare i biglietti online in anticipo, poiché a volte sono tutti esauriti in biglietteria, specie i fini di settimana.

Pullman verso Toledo: trasporto pubblico, da Plaza Elíptica

È una linea di trasporto pubblico, cioè, regolare. È quella che usano gli abitanti di Toledo quando vengono a lavorare a Madrid. Oppure quelli che vanno a visitare Toledo da Madrid in giornata. Info di interesse:

  • Durata del percorso: 1 ora e 25 minuti. 50 minuti se il servizio è diretto (non tutti sono così)
  • Prezzo a persona (andata e ritorno): 10€ circa
  • Frequenza delle partenze: ogni ora oppure ogni mezz’ora
  • Più info: orari del servizio, fornito dal Comune di Toledo
  • Modi di arrivare in stazione: linee 6 e 11 della Metro, fermata Plaza Elíptica. Linee di autobus urbano: 47, 55, 60, 81, 116, 155, 247.
  • Il mio consiglio: per viaggiatori indipendenti e per gruppi piccoli che conoscono lo spagnolo, poiché ogni tanto ci sono cambi di orario, di binario e via dicendo… E in quella stazione si parla spagnolo, un po’ d’inglese e basta.

Pullman verso Toledo: privato, contrattato con una ditta bus

Secondo me, questa è la migliore opzione per gruppi medi e grandi, come spiegherò più avanti. Riassunto delle info:

  • Durata del percorso: 50 minuti
  • Prezzo totale del servizio (5 ore): 230€ circa
  • Orario di partenza e ritorno: a scelta
  • Luogo di ritrovo: dove volete

Pullman turistico e organizzato da Madrid

Al mio parere, questa è un’opzione meno interessante per visitare Toledo da Madrid, ma può essere valida per certi turisti, quindi la vediamo pure:

  • Durata del percorso: 50 minuti
  • Prezzo: da 22.50€, dipenda dalla ditta
  • Frequenza: due o tre al giorno
  • Luogo di ritrovo: punti centrali della città, dipende dalla ditta
  • Imprese che fanno il servizio: Julià Travel (vedere su TripAdvisor), BusVision (vedere su TripAdvisor).
  • Il mio consiglio: per coppie o piccoli gruppi che non hanno grandi esigenze a livello di spiegazioni culturali, per cui non è neanche un problema condividere l’attività con altri turisti. Include guida turistica, ma non in tutte le lingue (mi sa che non in italiano).

Perché il pullman privato verso Toledo è la migliore opzione per gruppi medi e grandi

Secondo me, ci sono quattro motivi:

  • Per prezzo: se il gruppo è composto da 11 persone, il prezzo da pagare a persona è già lo stesso del treno ad alta velocità (21€ circa). E se siete in 20, costerà lo stesso del pullman pubblico, la cui è l’opzione più economica. Se siete in più, pagate meno a persona, ovviamente.
  • Per risparmio di tempo: l’opzione più veloce abbiamo visto che è il treno. Ma non è appunto così. In realtà, bisogna anche contare il tempo speso per arrivare in stazione e per arrivare in centro a Toledo. Quindi, questa è la vera durata del percorso per arrivare fino alla Puerta de la Bisagra (porta d’ingresso al centro storico):
    • Treno: 20 minuti di trasporto fino ad Atocha (da Sol, ad esempio) + dei minuti di controllo di sicurezza + 15 minuti a piedi fino alla Puerta de la Bisagra (Toledo). Totale: 1 ora e 15 minuti
    • Pullman: 25 minuti di trasporto (da Sol fino a Plaza Elíptica) + 10 minuti a piedi fino alla Puerta de la Bisagra (Toledo). Totale: 1 ora e 25 minuti (diretto) o 1 ora e 50 minuti (con fermate)
  • Per qualità dell’esperienza: mi spiego. Un pullman privato vi da la possibilità di godere, appena arrivati, della vista panoramica di Toledo, la cui secondo me è una delle sue grandi attrazioni. La fotografia di questo articolo è fatta da lì. Ma né il treno né il pullman pubblico arrivano fino a quel punto, che si trova dall’altra parte del fiume Tajo, in una strada di circonvallazione. Per arrivare lì dovreste prendere un taxi o un altro autobus urbano, ma potete immaginare che i prezzi e i tempi aumentano… Le ditte bus che fanno questo servizio normalmente fanno questa fermata all’inizio, e poi scendono e vi lasciano di fronte al Puente de San Martín, proprio vicino la chiesa di San Juan de los Reyes e altri monumenti di Toledo.
  • Per comodità: il pullman vi prenderà in hotel o dove volete. E lo stesso per il ritorno: vi lascerà in albergo o dove preferite. Infatti, una cosa che fanno alcuni dei miei gruppi è ritornare verso le 18.00 per essere a Madrid verso le 19.00. E siccome la strada di Toledo arriva proprio alla zona di Atocha, loro approfittano quel momento per visitare il Museo Reina Sofia, che si trova proprio lì, di fronte alla stazione. Questo museo è dove c’è la Guernica ed è gratis dalle 19.00 fino alle 21.00 (tranne martedì chiuso e domenica, gratis dalle 13.30 fino alle 19.00).

Quello che non è incluso in questo pullman privato verso Toledo è il servizio di guida turistica, ma la città ha buoni professionisti pure.

Comunque, se avete bisogno di una mano con questo oppure volete chiedermi un’altra domanda per visitare Toledo da Madrid, potete contattarmi. Vi aiuterò volentieri (se posso, certo). E se volete visitare Madrid con una guida… eccomiquà pure!

photo credit: Teseum River Hug via photopin (license)

Soluzioni alla chiusura della linea della Metro dell’aeroporto di Madrid

Linea Metro aeroporto Madrid

Oggi chiude la Linea 8 della Metro di Madrid. E lo fa per 83 giorni, fino al 18 aprile 2017. Non vorrei che il mio blog fosse un Giornale di Vicende dei mezzi di trasporto. Se vuoi informazione generale aggiornata, ti consiglio seguire il Twitter di Metro di Madrid. Comunque, penso che sia interessante parlare di questo quà perché la Línea 8 è una delle più importanti per i turisti: è la linea della Metro dell’aeroporto di Madrid Barajas Adolfo Suárez. A livello locale è facile rendersi conto di questa notizia. Ma chi viene da altri luoghi non si rende conto in tempo: lo scopre dopo aterrare, e quello crea confusione e problemi.

Perciò, se sei turista e vai a visitare Madrid in questo periodo, dovresti conoscere le alternative di trasporto per questa linea di Metro dell’aeroporto di Madrid. Prendi nota delle ozioni temporanee che offre Metro di Madrid e anche di altri modi di arrivare al centro dall’aeroporto: autobus express, taxi, treno, autobus urbano e pullman privato.

Ozioni temporanee dopo la chiusura della Linea 8 della Metro di Madrid

Puoi usare i servizi speciali che fornisce la Metro di Madrid. Cioè, autobus urbano senza costo extra, che fanno il percorso della linea di Metro ma in superficie. Sinceramente, non lo consiglio per turisti, poiché è un po’ scomodo e complicato. E non fanno tutto il percorso della linea. Comunque, sono questi:

  • SE 2: tra Mar de Cristal e Aeropuerto T2
  • SE 3: tra Colombia e Pinar del Rey
  • SE 4: tra Mar de Cristal e Aeropuerto T4

Altri modi di arrivare in centro dall’aeroporto

Le altre ozioni che sono veramente utili per arrivare in centro sono quelle permanenti, le cui sono disponibili tutti i giorni dell’anno: autobus express, taxi, treno, servizio privato e autobus urbano. Vediamole:

Taxi

Si trovano sempre all’uscita di Arrivi, in tutte le terminal. Arrivano a qualsiasi posto del centro di Madrid in 15-20 minuti, tranne quando c’è traffico (in orario di punta, succede spesso). Hanno un prezzo fisso. 30€ dall’aeroporto fino a qualsiasi punto all’interno dell’autostrada di circonvalazione M-30. Un svantaggio è che la maggior parte dei taxi hanno solo 4 posti (5, compreso l’autista). Alcuni possono portare 6 persone (7 posti, compreso l’autista), ma sono pocchi.

Autobus Express

Si prende in tutte le terminal e ti lascia in diversi punto del centro: via O’Donnell, Piazza Cibeles e Stazione di Atocha. Costa 5€ a persona. C’è uno ogni 15-20 minuti e arriva in centro in mezz’ora più o meno. Funziona 24 ore al giorno. Il suo svantaggio è che le fermate sono pocche. Cioè, se il tuo hotel non è vicino O’Donnell, Cibeles o Atocha, dovrai prendere un altro mezzo di trasporto (Metro, bus, taxi…). Link al sito web ufficiale.

Treno

Renfe (ditta della ferrovia) rinforzerà il servizio di treni tra la Terminal 4 e il centro di Madrid (Sol). Normalmente c’è un treno ogni 30 minuti. Quindi, adesso la frequenza dovrebbe essere minore. Il suo prezzo è 2,60€, solo andata. Svantaggio? Solo funziona nella Terminal 4, quindi non è una buona soluzione per chi va o viene dalle altre terminal, anche se c’è un servizio di collegamento tra quelle. Link al sito web ufficiale.

Autobus urbano

Ci sono delle linee di autobus di EMT (ditta municipale di trasporto) che collegano l’aeroporto con dei quartieri di Madrid, specie quelli che si trovano vicino l’aeroporto. Sono la 101 (quartiere di Canillejas) e la linea 200 (Avenida de América). È un servizio più economico, poiché costa 1,50€. Ma solo ti saranno utili se il tuo hotel si trova vicino quei quartieri. E non sono mica centrali…

Servizi privati

Al di là di queste ozioni, hai un’altra alternativa alla chiusura della Linea della Metro dell’aeroporto di Madrid: il trasporto privato.

  • Ditte bus: alcune hanno servicio di taxi privato o Minivan (per 8 persone + autista). Il prezzo per arrivare in centro dall’aeroporto è 60€ circa. Cioè, costa lo stesso di due taxi, ma è utile se volete viaggiare uniti, con le valigie tutte insieme.
  • Servizi attraverso app di cellulare: Uber e Cabify. Sinceramente, non lo conosco, poiché non le ho mai usate. Dovrei, lo son, ma non mi è mai capitato…

Perché chiude la linea della Metro dell’aeroporto di Madrid?

Il motivo della chiusura della linea di Metro dell’aeroporto di Madrid è ovvia: lavori tecnici. Riparazione dei binari, drenaggio di pozzi, cambiamento di elementi di plastica elastici, ecc.

I lavori in corso non arrivano mai in buon momento, a dire la verità. In questo caso hanno cercato un periodo che creasse pocchi problemi. Cioè, dopo la fiera FITUR, una delle più grandi al mondo per quanto riguarda al turismo, collegata attraverso questa linea, e anche durante dei mesi che non sono mica i più forti per il turismo di Madrid: febbraio e marzo. Ma la data di fine di lavori mi sembra un po’ tardiva, poiché la settimana prima è Pasqua. E quella sí è una data forte, con movimento di viaggiatori. Va bene, mi immagino che i tempi tecnici sono quelli…

Spero che quest’informazione sia utile e che vi aiuti a godere Madrid al di là della chiusura della linea della Metro dell’aeroporto di Madrid.

E se hai qualche dubbio o ti posso dare una mano, puoi contattarmi in questa web. Buon viaggio!

photo credit: Ronaldc5 Madrid metro via photopin (license)

Come acquistare un abbonamento turistico per Madrid

Inizio la pubblicazione di articoli in questo blog con un tema che secondo me è molto utile per tutti quelli che fanno una visita turistica a Madrid: come acquistare un abbonamento turistico per Madrid, quello che anche si conosce come Madrid Tourist Travel Pass. E approfitto per chiedervi scusa per gli errori grammaticali che faccia qui, spero che l’informazione si capisca comunque.

Come dicevo nel mio video di YouTube, che potete vedere più sotto, questo abbonamento si può acquistare nelle machinette automatiche della Metro. Ma se siete un gruppo grande o volete rimanere più tranquili così, lo potete comprare anche dall’Italia da qualche sito web. Se lo comprate così, dovete ritirare questo Tourist Travel Pass nell’aeroporto (Terminal 2 o Terminal 4), nella stazione di treno di Atocha oppure nella Calle Mayor 42. Comunque, l’aeroporto e la stazione di Atocha sono le principali “porte” d’ingresso alla città, quindi è molto probabile che voi passiate di là.

Prezzi e zone di questo abbonamento turistico per Madrid

Se trovate l’abbonamento turistico su un sito web, è molto probabile che non ci siano sconti sul prezzo originale, ma non pagherete neanche di più. Cioè, i prezzi saranno gli stessi. Infatti, in questo link del sito ufficiale della Metro di Madrid vedrete che le tariffe ufficiali. E le condizioni d’uso sono simili pure: potete usare i mezzi pubblici (Metro, autobus, treno e tram) tutte le volte che volete.Questi abbonamenti sono di 1, 2, 3, 5 oppure 7 giorni. Le uniche cose che non potete usufruire sono l’autobus Express dell’aeroporto e l’autobus turistico di Madrid.

Le zone urbane di trasporto per i turisti sono due:

  • – Zona A: quella della città di Madrid, compreso l’aeroporto.
  • – Zona T: tutta la regione di Madrid, comprese le città vicine di Toledo e Guadalajara.

Al di là di questo, c’è un’altro biglietto che forse vi conviene, almeno se non andate a prendere i mezzi di trasporto tante volte. Si chiama Metrobus ed è un biglietto di 10 viaggi, valido per Metro e autobus. Costa 12,20€. Con quello, però, non si può entrare all’aeroporto. Ma il fatto interessante è che si può timbrare tra diverse persone.

_______________________


_______________________

Vuoi fare una prenotazione o chiedere informazione?

Acetto la politica di Privacy
Risponsabile: Ricardo José Domínguez Medina. Scopo: Inviare informazione su visite guidate. Non si consegnerà a terze persone. Hai diritto di accedere, modificare e cancellare